playlist della nostra vita

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Lun Mag 04, 2009 1:36 am



Excuses

Why? No one will help me,
I am too dumb, I am too smart.
They'll not understand me,
I am lonely, they'll hate me.

There is not enough time,
it's too hard to help me.
God wants me to work,
no resting, no lazy.

These excuses, how they've served me so well!
They've kept me safe, they've kept me stuck,
they've kept me locked in my own cell.

I'm too far from home.
it takes far too much energy,
I cannot afford to,
no one will ever see me.

These excuses, how they've served me so well!
They've kept me safe, they've kept me stuck,
they've kept me locked in my own cell.

These excuses, how they're so familiar!
They've kept me blocked, they've kept me small,
they've kept me safe inside my shell.

Bringing this into the light
shakes their foundation and clears my sight.
Now my imagination
is the only thing that limits the bar and it's rise to the heights.

No one can have it all. See,
I have to, they want me to.
And I can't let them down,
I will never be happy.

These excuses, how they've served me so well!
They've kept me safe, they've kept me stuck,
they've kept me locked inside my cell.

These excuses, how they're so familiar!
They've kept me blocked, they've kept me small,
they've kept me safe inside my shell.



Scusanti


Perché? Nessuno mi aiuterà,
sono troppo stupida, sono troppo intelligente.
Non mi capiranno,
sono sola, mi odieranno.

Non c'è abbastanza tempo,
è troppo difficile aiutarmi
e Dio vuole che lavori,
senza riposo, senza pigrizia.

Quanto mi sono state utili queste scusanti!
M'hanno tenuta al sicuro, m'hanno tenuta confusa,
m'hanno tenuta chiusa nella mia cella.

Sono troppo lontana da casa,
ci vuole fin troppa energia
e non me lo posso permettere.
Nessuno mai mi vedrà.

Quanto mi sono state utili queste scusanti!
M'hanno tenuta al sicuro, m'hanno tenuta confusa,
m'hanno tenuta chiusa nella mia cella.

Quanto mi sono familiari queste scusanti!
M'hanno tenuta piccola, m'hanno tenuta bloccata,
m'hanno tenuta al sicuro nel mio guscio.

Portare tutto questo a galla
fa tremare le loro fondamenta e mi fa vedere le cose più chiare.
Ora la mia immaginazione
è l'unica cosa che limita la mia aspettativa e ora punta in alto.

Nessuno può comprendere fino in fondo. Vedi,
devo, loro vogliono che lo faccia.
E non posso deluderli,
non sarò mai felice.

Quanto mi sono state utili queste scusanti!
M'hanno tenuta al sicuro, m'hanno tenuta confusa,
m'hanno tenuta chiusa nella mia cella.

Quanto mi sono familiari queste scusanti!
M'hanno tenuta piccola, m'hanno tenuta bloccata,
m'hanno tenuta al sicuro nel mio guscio.

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Lun Mag 04, 2009 2:09 am




These R The Thoughts


These are the thoughts that go through my head, in my
backyard on a Sunday afternoon, when I have the house to
myself and I'm not expending all that energy on fighting
with my boyfriend.

Is he the one that I will marry? Why is it so hard to be
objective about myself? Why do I feel cellularly alone?
Am I supposed to live in this crazy city? Can blindly continued,
fear-induced, regurgitated, life-denying tradition be overcome?

Where does the money go that I send to those in need? If we
have so much, why do some people have nothing still? Why do I
feel frantic when I first wake up in the morning? Why do you
say you are spiritual, yet you treat people like shit?

How can you say you're close to God and yet you talk behind
my back as though I am not a part of you? Why do I say I'm fine
when it's obvious I am not? Why's it so hard to tell you
what I want? Why can't you just read my mind?

Why do I fear that the quieter I am the less you will listen?
Why do I care whether you like me or not? Why is it so hard
for me to be angry? Why is it such work to stay conscious and
so easy to get stuck and not the other way around?

Will I ever move back to Canada? Can I be with a lover with
whom I am a student and a master? Why am I encouraged to
shut my mouth when it gets too close to home? Why cannot I
live in the moment?



Questi sono i pensieri


Questi sono i pensieri che mi passano per la testa, nel mio
cortile in una domenica pomeriggio, quando ho la casa
tutta per me e non spreco tutta quell'energia a litigare
col mio ragazzo.

E' lui quello che sposerò? Perché è così difficile essere
obiettiva con me stessa? Perché mi sento profondamente sola?
Sono tenuta a vivere in questa folle città? Può essere superata
la tradizione ciecamente mantenuta viva, indotta dalla paura,
ripetuta meccanicamente e che nega la vita?

Dove finisce il denaro che mando a coloro che ne hanno bisogno? Se
noi abbiamo così tanto, perché certa gente non ha ancora nulla? Perché
mi sento furiosa appena mi sveglio al mattino? Perché dici
di essere spirituale, mentre invece tratti le persone come merda?

Come puoi dire di essere vicino a Dio mentre sparli alle mie spalle
come se non fossi parte di te? Perché dico di star bene
quando è ovvio che non lo sono? Perché è così difficile dirti
quello che voglio? Perché non puoi semplicemente leggermi nel pensiero?

Perché ho paura che più starò calma meno tu mi ascolterai?
Perché mi preoccupo se mi piaci o meno? Perché è così difficile
per me arrabbiarmi? Perché ci vuole così tanto a rimanere coscienti e
così poco a bloccarsi e non il contrario?

Tornerò mai più in Canada? Posso stare con un amante con cui
essere sia studente che maestra? Perché vengo incoraggiata a
chiudere la bocca quando s'avvicina troppo a casa? Perché non riesco
a vivere al momento?

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Lun Mag 04, 2009 2:54 am








Bridge over Troubled Water



When you’re weary, feeling small,
When tears are in your eyes, I will dry them all;
I’m on your side. When times get rough
And friends just can’t be found,
Like a bridge over troubled water
I will lay me down.
Like a bridge over troubled water
I will lay me down.

When you’re down and out,
When you’re on the street,
When evening falls so hard
I will comfort you.
I’ll take your part.
When darkness comes
And pain is all around,
Like a bridge over troubled water
I will lay me down.
Like a bridge over troubled water
I will lay me down.

Sail on silvergirl, sail on by.
Your time has come to shine.
All your dreams are on their way.
See how they shine.
if you need a friend
I’m sailing right behind.
Like a bridge over troubled water
I will ease your mind.
Like a bridge over troubled water
I will ease your mind.



Un ponte sulle acque agitate


Quando sei stanca
Quando ti senti piccola
Quando hai le lacrime negli occhi
Io le asciugherò tutte
Sono dalla tua parte
Quando i tempi si fanno difficili
E gli amici non si trovano
Io mi stenderò
Come un ponte sopra le acque agitate

Quando sei giù e sola
Quando sei sulla strada
Quando la sera cade così pesante
Ti conforterò
Prenderò le tue parti
Quando l'oscurità arriva
E tutto attorno è dolore
Io mi stenderò
Come un ponte sopra le acque agitate

Vai col vento ragazza,
Vai
Ora devi splendere
Tutti i tuoi sogni stanno per avverarsi
Guarda come brillano
Se hai bisogno di un amico
Sto arrivando
Io ti farò rilassare
Come un ponte su acque agitate


Ultima modifica di Giovanni Francesco il Gio Mag 07, 2009 2:11 am, modificato 1 volta

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Mar Mag 05, 2009 4:07 pm






Father And Son


(Father:)
It's not time to make a change
Just relax, take it easy
You're still young, that's your fault
There's so much you have to know
Find a girl, settle down
If you want, you can marry
Look at me, I am old
But I'm happy

I was once like you are now
And I know that it's not easy
To be calm when you've found
Something going on
But take your time, think a lot
Why, think of everything you've got
For you will still be here tomorrow
But your dreams may not

(Son:)
How can I try to explain
When I do he turns away again
And it's always been the same
Same old story
From the moment I could talk
I was ordered to listen
Now there's a way and I know
That I have to go away
I know I have to go

(Father:)
It's not time to make a change
Just sit down and take it slowly
You're still young that's your fault
There's so much you have to go through
Find a girl, settle down
If you want, you can marry
Look at me, I am old
But I'm happy

(Son:)
All the times that I've cried
Keeping all the things I knew inside
And it's hard, but it's harder
To ignore it
If they were right I'd agree
But it's them they know, not me
Now there's a way and I know
That I have to go away
I know I have to go


Padre e figlio

(Padre:)
Non è tempo di cambiare
Rilassati, prendila con calma.
Sei ancora giovane, questo è il tuo problema,
Hai ancora molte cose da conoscere.
Trovati una ragazza, sistemati,
se vuoi puoi sposarti
Guarda me, sono vecchio,
ma sono felice.

Una volta ero come sei tu ora,
e so che non è facile
rimanere calmi quando hai trovato
qualcosa che va.
Ma prendi il tuo tempo, pensa a lungo
perché, pensa a tutto quello che hai,
per te sarà ancora qui domani,
ma forse non i tuoi sogni.

(Figlio:)
Come posso provare a spiegare,
quando lo faccio, si volge altrove di nuovo.
È sempre la stessa vecchia storia.
Dal momento in cui potevo parlare,
mi fu ordinato di ascoltare.
Ora c'è una strada e so
che devo andarmene.
So che devo andare.

(Padre:)
Non è tempo di cambiare,
siediti, prendila con calma.
Sei ancora giovane, questo è il tuo problema.
Ci sono ancora molte cose da affrontare.
Trovati una ragazza, sistemati,
se vuoi puoi sposarti
Guarda me sono vecchio,
ma sono felice.

(Figlio:)
Tutte le volte che piansi,
tenendomi tutto ciò che sapevo dentro
è duro, ma è più duro
ignorarlo.
Se avessero ragione, sarei d'accordo,
ma sono loro che tu conosci, non me.
Ora c'è una strada e io so
che devo andarmene.
So che devo andare.


Ultima modifica di Giovanni Francesco il Gio Mag 07, 2009 3:29 pm, modificato 5 volte

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  francescoleone il Mar Mag 05, 2009 5:10 pm

Bellissima bravo fratello

francescoleone

Numero di messaggi : 188
Data d'iscrizione : 25.06.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Mar Mag 05, 2009 6:38 pm

Grazie cheers

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Mer Mag 06, 2009 11:14 am









Morning Has Broken

Morning has broken, like the first morning
Blackbird has spoken, like the first bird
Praise for the singing, praise for the morning
Praise for them springing fresh from the world

Sweet the rain's new fall, sunlit from heaven
Like the first dewfall, on the first grass
Praise for the sweetness of the wet garden
Sprung in completeness where His feet pass

Mine is the sunlight, mine is the morning
Born of the one light, Eden saw play
Praise with elation, praise every morning
God's recreation of the new day

Morning has broken, like the first morning
Blackbird has spoken, like the first bird
Praise for the singing, praise for the morning
Praise for them springing fresh from the world


Il mattino è spuntato


Il mattino è spuntato, come il primo mattino
Il merlo ha cantato, come il primo uccello,
Lodate il canto, lodate il mattino
Lodateli mentre sbocciano freschi dal mondo.

Dolce cade la nuova pioggia, luce dai Cieli,
Come la prima rugiada, sulla prima erba,
Lodate la dolcezza del giardino umido
Che nasce già completo dove i Suoi piedi si posano.

Mia è la luce del sole, mio è il mattino,
Nato dall'unica luce che l'Eden vide giocare,
Lodate dal cuore, lodate ad ogni mattino
La nuova creazione di Dio del nuovo giorno.

Il mattino è spuntato, come il primo mattino
Il merlo ha cantato, come il primo uccello,
Lodate il canto, lodate il mattino
Lodateli mentre sbocciano freschi dal mondo.


Ultima modifica di Giovanni Francesco il Mer Mag 06, 2009 12:00 pm, modificato 5 volte

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Mer Mag 06, 2009 11:24 am

"MORNING HAS BROKEN"

Lo stupore dell’Essere, oppure: Occhi nuovi aperti sul mondo. Questi potrebbero essere i sottotitoli di questa famosissima canzone.

La storia di questa canzone è veramente singolare. La racconta, riprendendo un articolo della rivista “Rolling Stone”, Paolo Vites nel suo libro “Le canzoni di Cat Stevens” (Editori Riuniti, 2005). Un giorno Cat entra in una libreria di Londra, al cui piano superiore vi è una sezione di libri religiosi. Qualcosa gli suggerisce di salire a visitarla, egli obbedisce e si trova tra le mani un volume di Inni religiosi. Dopo tre quarti d’ora è ancora lì, con gli occhi sulle parole (per sua stessa ammissione non riusciva allora a decifrare la melodia dalle note). Viene colpito particolarmente da un Inno della scrittrice e poetessa inglese Eleanor Farjeon: A Morning Song (For the First Day of Spring): “Una canzone del mattino, per il primo giorno di primavera”. Eleanor era una scrittrice cristiana, autrice di numerosi libri per l’infanzia, morta nel 1965. Nel 1931, alcuni editori di Inni religiosi avevano proposto ad Eleanor Farjeon di rivestire di nuove parole un’antica melodia gaelica (“Bunessan tune”), già utilizzata in canti natalizi come “Child in the manger”: “Bambino nella mangiatoia”. Cat Stevens, affascinato dalla melodia e dalle parole, crea una versione moderna dell’antico Inno: ecco “Morning has broken”, uno dei suoi successi più clamorosi, inserito nell’album “Teaser and the Firecat” (1971).
Utilizzando la maestria tecnica del pianoforte di Rick Wakeman, tastierista degli Yes (che inopinatamente fu poi escluso dai credits dell’album, e ci rimase molto male), giocando su effetti angelici di cori senza parole, Cat Stevens offre una performance veramente appassionata, un vero inno di lode al Creatore, in totale immedesimazione con il testo.
Lo stupore dell’Essere, oppure: Occhi nuovi aperti sul mondo. Questi potrebbero essere i sottotitoli della canzone. Immaginiamo Adamo che apre gli occhi nell’Eden: la bellezza del mondo creato lo lascia senza parole. Il mattino indica proprio questo: “la nuova creazione di Dio/ del nuovo giorno”. Tutto è nuovo e fresco: gli aggettivi “primo” e “nuovo” sono ripetuti per ben sei volte, mentre ricorrono continuamente “dolce”, “fresco”, “luce del sole”. Il campo semantico del paradisiaco, lo splendore delle cose create. La contemplazione del mondo fa nascere un sentimento di gratitudine: loda, lodate. Il mondo che esce dalle mani di Dio è un dono, bello, buono, carico di una proposta amorosa. Adamo risponde con la lode, il canto, lo stupore, la gratitudine. Il serpente, l’estraneo è ancora lontano. Per riconquistare ogni giorno uno sguardo così ci vuole un dono del Risorto, una memoria amorosa che nasce da miracoli ripetuti di volti trasfigurati.
(Leonardi in CulturaCattolica.it)

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Sab Mag 09, 2009 3:37 pm







Mi ritorni in mente

Mi ritorni in mente
bella come sei
forse ancor di piu'
Mi ritorni in mente
dolce come mai
come non sei tu
Un angelo caduto in volo questo tu ora sei
in tutti i sogni miei
come ti vorrei come ti vorrei
Ma c'e' qualcosa che non scordo
c'e' qualcosa che non scordo
che non scordo
Quella sera ballavi insieme a me
e ti stringevi a me
All'improvviso mi hai chiesto lui chi e' lui chi e'
un sorriso e ho visto la mia fine sul tuo viso
Il nostro amor dissolversi nel vento
ricordo sono morto in un momento.
Mi ritorni in mente
bella come sei
forse ancor di piu'
Mi ritorni in mente
dolce come mai come non sei tu
Un angelo caduto in volo questo tu ora sei
in tutti i sogni miei come ti vorrei
come ti vorrei
Ma c'e' qualcosa che non scordo
c'e' qualcosa che non scordo
che non scordo che non scordo
che non scordo che non scordo


Ultima modifica di Giovanni Francesco il Dom Mag 10, 2009 6:49 pm, modificato 3 volte

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Sab Mag 09, 2009 3:54 pm



LA CANZONE DEL SOLE

Le bionde trecce, gli occhi azzurri e poi
le tue calzette rosse.
E l'innocenza sulle gote tue
due arance ancor più rosse.
E la cantina buia dove noi
respiravamo piano
e le tue corse l'eco dei tuoi no,
oh no! mi stai facendo paura.
Dove sei stata cos'hai fatto mai?
Una donna, donna dimmi
cosa vuol dir sono una donna ormai.
Ma quante braccia ti hanno stretto tu lo sai
per diventar quel che sei
che importa tanto tu non me lo dirai
purtroppo.
Ma ti ricordi l'acqua verde e noi,
le rocce, bianco il fondo
di che colore sono gli occhi tuoi,
se me lo chiedi non rispondo.
O mare nero, o mare nero, o mare ne...
tu eri chiaro e trasparente come me
O mare nero, o mare nero, o mare ne...
tu eri chiaro e trasparente come me.
Le biciclette abbandonate sopra il prato e poi,
noi due distesi all'ombra,
un fiore in bocca può servire sai
più allegro tutto sembra
e d'improvviso quel silenzio fra noi
e quel tuo sguardo strano,
ti cade il fiore dalla bocca e poi,
oh no ferma, ti prego, la mano.
Dove sei stata cos'hai fatto mai?
Una donna, donna, donna dimmi
cosa vuol dir sono una donna ormai.
Io non conosco quel sorriso sicuro che hai
non so chi sei, non so più chi sei
mi fai paura oramai
purtroppo.
Ma ti ricordi le onde grandi e noi
gli spruzzi e le tue risa
Cos'é rimasto in fondo agli occhi tuoi
la fiamma é spenta o é accesa?
O mare nero, o mare nero, o mare ne...
tu eri chiaro e trasparente come me
O mare nero, o mare nero, o mare ne...
tu eri chiaro e trasparente come me.
No, il sole quando sorge sorge piano e poi
la luce si diffonde tutto intorno a noi
le ombre ed i fantasmi della notte
sono alberi e cespugli ancora in fiore
sono gli occhi di una donna ancora pieni d'amore.

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Sab Mag 09, 2009 4:01 pm



ACQUA AZZURRA ACQUA CHIARA

Ogni notte ritornar
per cercarla in qualche bar,
domandare ciao che fai
e poi uscire insieme a lei.
Ma da quando ci sei tu
tutto questo non c'è più.
Acqua azzurra, acqua chiara
con le mani posso finalmente bere.
Nei tuoi occhi innocenti
posso ancora ritrovare
il profumo di un amore puro,
puro come il tuo amor.
Ti telefono se vuoi
non so ancora se c'è lui ...
accidenti che farò
quattro amici troverò.
Ma da quando ci sei tu
tutto questo non c'è più.
Acqua azzurra, acqua chiara
con le mani posso finalmente bere.
Nei tuoi occhi innocenti
posso ancora ritrovare
il profumo di un amore puro,
puro come il tuo amor
Da quando ci sei tu
tutto questo non c'è più.
Acqua azzurra, acqua chiara
Sono le quattro e mezza ormai
non ho voglia di dormir
a quest'ora, cosa vuoi,
mi va bene pure lei.
Ma da quando ci sei tu
tutto questo non c'è più.
Acqua azzurra, acqua chiara
con le mani posso finalmente bere.

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Sab Mag 09, 2009 4:12 pm



NEL CUORE, NELL'ANIMA

Un bambino conoscerai
non ridere
non ridere di lui
aah...
Nel mio cuor
nell'anima
c'è un prato verde che mai
nessuno ha mai calpestato, nessuno,
se tu vorrai - yeahh
conoscerlo - se tu vorrai conoscerlo
cammina piano perchè - cammina piano perchè
nel mio silenzio
anche un sorriso può fare un rumore.
(paaaa.. paaa..) - non parlare
(paaaa.. paaa..) - non parlare
(paaaa.. paaa..) - non parlare
(paaaa.. paaa..) - non parlare
(paaaa.. paaa..) - non parlare...
Nel mio cuor,
nell'anima
tra fili d'erba vedrai
ombre lontane
di gente sola
che per un attimo - attimo
è stata qui
e che ora amo perchè - amo perchè
se n'è andata via
per lasciare un posto a te
per lasciare un posto a te
Per lasciare un posto a te.
Nel mio cuor,
nell'anima
tra fili d'erba vedrai...

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Sab Mag 09, 2009 4:34 pm



ANCHE PER TE

Per te che é ancora notte
e già prepari il tuo caffè
che ti vesti senza più guardar
lo specchio dietro te
che poi entri in chiesa e preghi piano
e intanto pensi al mondo ormai
per te così lontano.
Per te che di mattina torni a casa tua perché
per strada più nessuno ha freddo
e cerca più di te
per te che metti i soldi accanto a lui che dorme
e aggiungi ancora un pò d'amore
a chi non sa che farne.
Anche per te
vorrei morire ed io morir non so
anche per te
darei qualcosa che non ho
e così, e così, e così,
io resto qui
a darle i miei pensieri
a darle quel che ieri
avrei affidato al vento
cercando di raggiungere chi...
al vento avrebbe detto si.
Per te che di mattina svegli il tuo bambino
e poi
lo vesti e lo accompagni a scuola
e al tuo lavoro vai
per te che un errore ti é costato tanto
che tremi nel guardare un uomo e vivi di rimpianto.
Anche per te
vorrei morire ed io morir non so
anche per te
darei qualcosa che non ho
e così, e così, e così,
io resto qui
a darle i miei pensieri
a darle quel che ieri
avrei affidato al vento
cercando di raggiungere chi...
al vento avrebbe detto si.

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Sab Mag 09, 2009 5:08 pm




QUESTO PICCOLO GRANDE AMORE

quella sua maglietta fina
tanto stretta al punto che mi immaginavo tutto
e quell'aria da bambina
che non glielo detto mai ma io ci andavo matto

e chiare sere d'estate
il mare i giochi e le fate
e la paura e la voglia
di essere nudi
un bacio a labbra salate
il fuoco quattro risate
e far l'amore giù al faro...
ti amo davvero ti amo lo giuro...ti amo ti amo davvero!

e lei
lei mi guardava con sospetto
poi mi sorrideva e mi teneva stretto stretto
ed io
io non ho mai capito niente
visto che ora mai non me lo levo dalla mente
che lei lei era

un piccolo grande amore
solo un piccolo grande amore
niente più di questo niente più!
mi manca da morire
quel suo piccolo grande amore
adesso che saprei cosa dire
adesso che saprei cosa fare
adesso che voglio
un piccolo grande amore

quella camminata strana
pure in mezzo a chissacchè l'avrei riconosciuta
mi diceva "sei una frana"
ma io questa cosa qui mica l' ho mai creduta
e lunghe corse affannate
incontro a stelle cadute
e mani sempre più ansiose
di cose proibite
e le canzoni stonate
urlate al cielo lassù
"chi arriva prima a quel muro..."
non sono sicuro se ti amo davvero
non sono...non sono sicuro...

e lei
tutto ad un tratto non parlava
ma le si leggeva chiaro in faccia che soffriva
ed io
io non lo so quant'e' che ha pianto
solamente adesso me ne sto rendendo conto
che lei lei era

un piccolo grande amore
solo un piccolo grande amore
niente più di questo niente pi
mi manca da morire
quel suo piccolo grande amore
adesso che saprei cosa dire
adesso che saprei cosa fare
adesso che voglio
un piccolo grande amore...

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Sab Mag 09, 2009 5:13 pm




LA VITA E’ ADESSO


la vita è adesso
nel vecchio albergo della terra
e ognuno in una stanza
e in una storia
di mattini più leggeri
e cieli smarginati di speranza
e di silenzi da ascoltare
e ti sorprenderai a cantare
ma non sai perché

la vita e' adesso
nei pomeriggi appena freschi
che ti viene sonno
e le campane girano le nuvole
e piove sui capelli
e sopra i tavolini dei caffè all'aperto
e ti domandi certo
chi sei tu

sei tu che spingi avanti il
cuore ed il lavoro duro
di essere uomo e non sapere
cosa sarà il futuro

sei tu nel tempo che ci fa più grandi
e soli in mezzo al mondo
con l'ansia di cercare insieme
un bene più profondo

e un altro che ti dia respiro
e che si curvi verso te
con un'attesa di volersi di più
e non capir cos'é

e tu che mi ricambi gli occhi
in questo istante immenso
sopra il rumore della gente
dimmi se questo ha un senso

la vita e' adesso
nell'aria tenera di un dopocena
e musi di bambini
contro i vetri
e i prati che si lisciano come gattini
e stelle che si appicciano ai lampioni
milioni
mentre ti chiederai
dove sei tu

sei tu che porterai il tuo amore
per cento e mille strade
perchè non c'e' mai fine al viaggio
anche se un sogno cade


sei tu che hai un vento nuovo tra le braccia
mentre mi vieni incontro
e imparerai che per morire
ti basterà un tramonto

in una gioia che fa male di più
della malinconia
ed in qualunque sera ti troverai
non ti buttare via

e non lasciare andare un giorno
per ritrovar te stesso
figli di un cielo così bello
perchè la vita e' adesso

e' adesso
e' adesso


Ultima modifica di Giovanni Francesco il Sab Mag 09, 2009 6:47 pm, modificato 3 volte

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Sab Mag 09, 2009 5:15 pm

LA VITA E' ADESSO


Vivere è capire il «perché»


Incontrando la realtà dell’uomo in tutti i suoi aspetti, ma soprattutto negli aspetti per cui la vita sembra un inferno - come è stato detto da moltissimi, anche non cristiani - cioè a Calcutta, Papa Giovanni Paolo II non ha detto, come prima parola, che quella è una situazione ingiusta. La prima parola che ha detto - dove l’uomo sperimenta e misura tutti i giorni il male di cui è fatto e che diventa struttura, diventa rapporti, è stata una cosa grande, da cui vorrei partire nella nostra riflessione:
«Mentre su questa terra passa dalla nascita alla morte, l’uomo è consapevole di essere pellegrino dell’Assoluto. Qui in India questa consapevolezza è molto profonda. I vostri saggi antichi hanno espresso il tormentato anelito del cuore umano verso l’Assoluto». E ha aggiunto: «Vi è, infatti, un’aspirazione all’Infinito che risale alla notte dei tempi; una costante consapevolezza della presenza divina e manifestazioni a non finire di sentimenti religiosi, attraverso le feste e le tradizioni popolari».
Mentre l’uomo vive, cerca il suo significato. Mentre l’uomo vive la sua esistenza, fatta di bene e di male, di gioie e di dolori, di illusioni e di delusioni, di vittorie e di sconfitte; mentre l’uomo passa la vita dalla nascita alla morte, il suo occhio è altrove; il suo desiderio è ben oltre quello che vede, tocca, sente.I saggi, gli uomini seri, gli uomini che hanno pensato alla vita, che si sono incontrati con la propria umanità, hanno espresso il tormentato anelito del cuore dell’uomo verso l’Assoluto.
Accanto al giudizio così profondo del Papa, c’è una canzone datami alla fine di una lezione sul senso religioso: La vita è adesso, di Claudio Baglioni. È un brano che esprime l’anelito, il desiderio, la tensione del cuore dell’uomo verso Dio che, in qualunque situazione si viva, torna a galla.«Nel vecchio albergo della terra e ognuno in una stanza,
e in una storia di mattini più leggeri e cieli smarginati di speranza
e di silenzi da ascoltare; e ti sorprenderai a cantare, ma non sai perché».
Ti sorprendi un’energia, ma non sai da dove nasce e dove va.
«E piove sui capelli e sopra i tavolini dei caffè all’aperto, e ti domandi certo chi sei tu.
Sei tu che spingi avanti il cuore ed il lavoro duro di essere uomo»
Un uomo che sia attento a questa domanda capisce che è dura la vita, che non si può conquistare la vita senza fatica.
L’uomo non è una macchina con dentro le pile che, a un certo punto, si scaricano ma ha dentro già tutto. L’uomo che si domanda incerto, seduto davanti a un tavolino di un caffè, «chi sono io?», capisce - nello stesso istante in cui sente la domanda - che è un’impresa della sua vita conquistarne il significato...
«Sei tu nel tempo che ci fa più grandi e soli in mezzo al mondo,
con l’ansia di cercare insieme un bene più profondo.
In una gioia che fa male di più della malinconia.
Ed in qualunque sera ti troverai, non ti buttare via».
Non c’è niente che possa compensare una vita che non rivela il suo significato, una vita che non sa il perché. Può essere piena di cose, di sentimenti, di reazioni; uno può fare quello che gli pare e piace, può usare tutto (da sé, alla donna, ai soldi, al lavoro, al potere), può fare tutto, ma vale per ogni uomo la grande frase di Cristo:
«Cosa vale se tu conquisti anche il mondo intero e poi perdi il perché della tua vita?».
«E non lasciare andare un giorno per ritrovar te stesso, figlio di un cielo così bello, perché la vita è adesso». Il grande giudizio sull’esistenza, sulla mia giornata di oggi, sulla giornata di ciascuno di voi, sulla vita che scorre è questo: ma perché ci siamo? Perché esistiamo? Qual è la ragione per cui sei venuto al mondo «figlio di un cielo così bello»?
(Leonardi-CulturaCattolica.it)


Ultima modifica di Giovanni Francesco il Mar Mag 12, 2009 1:06 am, modificato 4 volte

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Sab Mag 09, 2009 5:17 pm

LA VITA E' ADESSO


La giovinezza: tempo della lealtà e della risposta


La prima consapevolezza che ti salta addosso - se riesci appena appena a far tacere la musica assordante di cui è piena la nostra vita, o le parole senza significato o le cose inutili di cui è piena la vita; appena riesci a passare attraverso questo vuoto che ci circonda - è che non ti sei fatto tu.
È questa la domanda che dobbiamo riprendere ora. Questo è l’inizio della vita, in quanto la vita non è una serie di momenti che scorrono: la vita è capire il perché.
E se il «perché» è vero, deve saper spiegare il momento in cui non vi sarà più la vita. Infatti una esistenza senza significato è già la morte, mentre la morte di uno che sa il «perché» non é morte.
Questo è il grande paradosso con cui ci incontreremo ora. Vogliamo partire da qui, perché è la cosa più semplice e più vera. «E piove sui capelli e sopra i tavolini dei caffè all’aperto, e ti domandi certo chi sei tu »: chi sono io?
Una domanda così è di una qualità diversa da qualsiasi altra. Cosa dobbiamo fare per cambiare la situazione? Cosa dobbiamo fare per trovare lavoro? Perché devo legare la mia vita a una donna per tutta l’esistenza? Perché avere dei figli?
Tutti questi interrogativi sono veri, ma sono governati da questa domanda: perché vivo?

Se hai il significato capisci che il lavoro è il tuo modo di contribuire al bene del mondo (e perciò se non lo trovi o non te lo danno, cerchi di procurartelo...)
Se hai il significato capisci che la vita non è inutile e il tempo deve esprimere questa pienezza di significato che hai dentro: nel modo con cui affronti la materia e la utilizzi, nel modo con cui dai il tuo bene ad una donna o ad un uomo perché la vita sulla terra continui e perché la tua intelligenza, il tuo cuore, la tua sensibilità costruiscano un pezzo di vita vera.
Ma se non hai significato, che vale lavorare? Che vale dare consistenza a un sentimento, che quando nasce è così grande ma che poi può ridursi - come si riduce normalmente - a un po’ di reazione istintiva?
Questo è il problema: noi desideriamo che la nostra vita ci riveli il suo significato vero: ciò per cui vale la pena di vivere; ciò che dà consistenza alla giornata; ciò che dà speranza al cuore; ciò che ci consente di ricominciare dopo ogni fatica.
Ma, allora, facciamo un altro passo e cerchiamo di capire perché questa domanda è così grande; perché la vita che ti è stata data è grande.
È grande perché porta dentro questo anelito. L’anelito che gridava, nella notte della sua conversione - dopo aver sperimentato tutto il potere che un uomo può avere nella vita; dopo aver fatto tutto il male che un uomo può fare nella vita e dopo aver provato tutta la pena che il male che fai ti dà anche se non credi in Dio - l’Innominato: «Dio, se ci sei, rivelati a me!».
Ma c’è un momento della vita - è il vostro amici miei - in cui è giusto non lasciare andare un giorno per ritrovare se stessi. La giovinezza è un momento che non torna più, non solo come età: non torna più come valore, come situazione.
Voglio dirvi questo con una bellissima frase di Papa Giovanni Paolo II, nella lettera ai giovani e alle giovani di tutto il mondo:
“Il periodo della giovinezza è il tempo di una scoperta particolarmente intensa dell’io umano. Davanti alla vista del giovane o di una giovane si scopre quella specifica e, in un certo senso, unica potenzialità di una concreta umanità nella quale si inscrive il progetto della vita futura. Voi giovani avete questa grande occasione: una ricchezza da scoprire ed insieme da programmare, scegliere, prevedere, assumendo decisioni in proprio”.
(Leonardi-CulturaCattolica.it)


Ultima modifica di Giovanni Francesco il Mar Mag 12, 2009 1:12 am, modificato 1 volta

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Diego il Dom Mag 10, 2009 3:06 pm

Grandissimo Battisti! Grande fratellone! Wink

Diego
Admin

Numero di messaggi : 198
Data d'iscrizione : 08.04.08
Età : 30
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente http://www.sanfrancescotrapani.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Dom Mag 10, 2009 5:27 pm

Very Happy Grazie fratellino! cheers

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Dom Mag 10, 2009 5:31 pm



In cerca di te

Sola me ne vo per la città
passo tra la folla che non sa
che non vede il mio dolore
cercando te, sognando te, che più non ho.
Ogni viso guardo e non sei tu
ogni voce ascolto e non sei tu
Dove sei perduto amore?
Ti rivedrò, ti troverò, ti seguirò.

Io tento invano di dimenticar
il primo amore non si può scordar
è scritto un nome, un nome solo in fondo al cuor
ti ho conosciuto ed ora so che sei l'amor,
il vero amor, il grande amor.

Sola me ne vo per la città
passo tra la folla che non sa
che non vede il mio dolore
cercando te, sognando te, che più non ho.

E' scritto un nome, un nome solo in fondo al cuor
ti ho conosciuto ed ora so che sei l'amor,
il vero amor, il grande amor.

Sola me ne vo per la città
passo tra la folla che non sa
che non vede il mio dolore
cercando te, sognando te, che più non ho


Ultima modifica di Giovanni Francesco il Gio Mag 14, 2009 12:55 pm, modificato 3 volte

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Dom Mag 10, 2009 5:34 pm



Personalità

Ho cercato invano, tu lo sai
Di dirti ciò che sento in cuor
Ma indifferente
Non m'ascoltavi tu
Oh quante volte
Gli amici han detto a me
Che sono pazzo, pazzo son di te
Il fatto è che tu
Possiedi
Personalità
Una
dolce
Ridi
Guardi
Baci
Per questo mi hai rubato il cuore
E' vero, è vero
Son pazzo d'amor per te
Mi piaci, lo dico ancor
Pazzo io son di te.
Possiedi
Personalità
Una
dolce
Ridi
Guardi
Baci
Per questo mi hai rubato il cuore
E' vero, è vero
Son pazzo d'amor per te
Mi piaci, lo dico ancor
Pazzo io sono di te.
Ho cercato invano, tu lo sai
Di dirti ciò che sento in cuor
Ma indifferente
Non m'ascoltavi tu
Oh quante volte
Gli amici han detto a me
Che pazzo, pazzo, pazzo son di te
Il fatto è che tu
Possiedi
Personalità
Una
dolce
Ridi
Guardi
Baci
Per questo mi hai rubato il cuore
E' vero, è vero
Son pazzo d'amor per te
Mi piaci, lo dico ancor
Pazzo io son di te

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Dom Mag 17, 2009 8:49 pm



Cosa sarà

Cosa sarà che fa crescere gli alberi e la felicità,
che fa morire a vent'anni anche se campi fino a cento.
Cosa sarà a far muovere il vento a far fermare il poeta ubriaco
a dare la morte per un pezzo di pane o per un bacio non dato
Oh, cosa sarà, che ti svegli al mattino e sei serio
che ti fa morire di dentro di notte
all'ombra di un desiderio, cosa sarà.
Che ti spinge ad amare una donna bassina e perduta
la bottiglia che ti ubriaca anche se non l'hai bevuta.
Cosa sarà che ti spinge a picchiare il tuo re
che ti porta a cercare il giusto dove giustizia non c'è.
Cosa sarà che ti fa comprare di tutto
anche se è di niente che hai bisogno
cosa sarà che ti strappa dal sogno
Oh cosa sarà. Che ti fa uscire di tasca dei no, non ci sto
che ti getta nel mare e ti viene a salvare, oh, cosa sarà.
Che dobbiamo cercare, che dobbiamo cercare.
Cosa sarà che ti fa lasciare la bicicletta sul muro
e camminare la sera con un amico a parlare del futuro.
Cosa sarà questo strano coraggio, paura che ci prende
e ci porta ad ascoltare la notte…che scende. Oh cosa sarà…
Quell'uomo e il suo cuore benedetto
che è sceso dalle scarpe e dal letto, si è sentito solo.
E' come l'uccello che è in volo,
come l'uccello che è in volo si ferma e guarda giù.

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Dom Mag 17, 2009 9:06 pm




Perfect

Sometimes is never quite enough.
If you're flawless, then you'll win my love.
Don't forget to win first place!
Don't forget to keep that smile on your face!
Be a good boy,
try a little harder.
You've got to measure up
and make me prouder.

How long before you screw it up?
How many times do I have to tell you to hurry up?
With everthing I do for you,
the least you can do is keep quiet.
Be a good girl,
you've gotta try a little harder.
That simply wasn't good enough
to make us proud.

I'll live through you,
I'll make you what I never was.
If you're the best, then maybe so am I
compared to him, compared to her?
I'm doing this for your own damn good,
you'll make up for what I blew.
...what's the problem? Why are you crying?

Be a good boy,
push a little farther now.
That wasn't fast enough
to make us happy.
We'll love you just the way you are... if you're perfect...





Perfetto

Certe volte non è mai abbastanza.
Solo se sarai impeccabile, allora conquisterai il mio amore.
Non dimenticare di vincere il primo premio!
Non dimenticare di tenere quel sorriso stampato sulla faccia!
Fa' il bravo ragazzo,
impegnati di più.
Devi cercare di essere all'altezza
e rendermi più fiero.

Quanto ti ci vuole per essere più sicuro di te?
Quante altre volte dovrò dirti di sbrigarti?
Con tutto quello che faccio per te,
il minimo che tu possa fare è star zitto!
Sii una brava ragazza,
devi impegnarti ancora di più.
Non bastava solo questo
a renderci orgogliosi.

Io vivrò attraverso di te,
ti renderò quello che io non sono mai stato.
Se sarai il migliore, allora forse lo sarò anch'io
rispetto a lui o a lei?
Sto facendo tutto questo per il tuo dannato bene,
sarai tu a rifarti dalle mie occasioni sprecate!
...che c'è? Perché stai piangendo?

Fa' il bravo ragazzo,
spingiti un po' più in là adesso,
perché non sei stato abbastanza veloce
per renderci felici.
Ti ameremo proprio per come sei... se sarai perfetto...


Ultima modifica di Giovanni Francesco il Ven Set 18, 2009 6:48 pm, modificato 2 volte

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Dom Mag 17, 2009 9:09 pm



That I Would Be Good

That I would be good even if did nothing.
That I would be good even if I got the thumbs down.
That I would be good if I got and stayed sick.
That I would be good even if I gained ten pounds.

That I would be fine even if I went bankrupt.
That I would be good if I lost my hair and my youth.
That I would be great if I was no longer queen.
That I would be grand if I was not all knowing.

That I would be loved even when I numb myself.
That I would be good even when I am overwhelmed.
That I would be loved even when I was fuming.
That I would be good even if I was clingy.

That I would be good even if I lost sanity.
That I would be good whether with or without you.



Che sarei stata buona

Che sarei stata buona anche se non avessi fatto nulla.
Che sarei stata buona anche se avessi avuto il pollice verso.
Che sarei stata buona se mi fossi ammalata e ci fossi rimasta.
Che sarei stata buona anche se avessi messo su cinque chili.

Che sarei stata bene anche se fossi andata in bancarotta.
Che sarei stata buona se avessi perso i capelli e la mia giovinezza.
Che sarei stata grande se non fossi più stata la regina.
Che sarei stata grandiosa se non fossi stata onniscente.

Che sarei stata amata anche quando mi stordisco.
Che sarei stata buona anche quando sono sopraffatta.
Che sarei stata amata anche quando ero su tutte le furie.
Che sarei stata buona anche se ero appiccicosa.

Che sarei stata buona anche se avessi perso il lume della ragione.
Che sarei stata buona con o senza di te.

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Angelo il Ven Mag 22, 2009 9:25 pm



La Leva Calcistica Della Classe '68

Sole sul tetto dei palazzi in costruzione,
sole che batte sul campo di pallone e terra
e polvere che tira vento e poi magari piove.

Nino cammina che sembra un uomo,
con le scarpette di gomma dura,
dodici anni e il cuore pieno di paura.

Ma Nino non aver paura di sbagliare un calcio di rigore,
non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore,
un giocatore lo vedi dal coraggio, dall'altruismo e dalla fantasia.

E chissà quanti ne hai visti e quanti ne vedrai di giocatori
che non hanno vinto mai
ed hanno appeso le scarpe a qualche tipo di muro
e adesso ridono dentro a un bar,
e sono innamorati da dieci anni
con una donna che non hanno amato mai.
Chissà quanti ne hai veduti, chissà quanti ne vedrai.

Nino capì fin dal primo momento,
l'allenatore sembrava contento
e allora mise il cuore dentro alle scarpe
e corse più veloce del vento.

Prese un pallone che sembrava stregato,
accanto al piede rimaneva incollato,
entrò nell'area, tirò senza guardare
ed il portiere lo fece passare.

Ma Nino non aver paura di sbagliare un calcio di rigore,
non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore,
un giocatore lo vedi dal coraggio, dall'altruismo e dalla fantasia.

Il ragazzo si farà, anche se ha le spalle strette,
questo altro anno giocherà con la maglia numero sette.

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: playlist della nostra vita

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 10:59 am


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum