Nuova evangelizzazione

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Nuova evangelizzazione

Messaggio  Angelo il Ven Set 19, 2008 2:54 am

Desidero esortarvi, cari miei fratelli in Cristo, a mettere da parte per un pò di tempo le tante belle attività tradizionali (quelle non essenziali), accumulatesi nei secoli, che la Chiesa continua a trascinarsi stancamente dietro, per dedicarci quasi esclusivamente ad una necessaria, urgente, nuova evangelizzazione.
Leggiamo i segni dei tempi.
Le chiese d'Europa negli anni si sono andate svuotando. I pochi fedeli rimasti sono in gran parte anziani, molti dei quali hanno vissuto e continuano a vivere un cristianesimo parziale, immaturo, (spesso non per colpa loro).
Le GMG mostrano un buon numero di giovani desiderosi di riscoprire la dimensione religiosa, ma pochi di loro stanno facendo un cammino serio di conversione.
Siamo in pochi ad aver conosciuto Gesù, siamo in pochi a credere in Lui e ad amarlo. Siamo in pochi a desiderare un profondo rinnovamento della Chiesa e, grazie ad essa, dell'intera società.
Siamo pochi e quindi non possiamo disperdere le energie in attività che sono oggi di secondaria importanza. Sono nate in un tempo in cui la società poteva definirsi cristiana e in cui i clerici erano tantissimi.
La priorità è conoscere Cristo, vivere come Lui e annunziarLo a tutti gli uomini.
Dedichiamo più tempo alla preghiera e attendiamo una nuova Pentecoste. Siamo chiamati ad essere i nuovi apostoli. Invochiamo lo Spirito Santo e, quando arriverà il momento, andiamo ad annunziare il Vangelo a tutte le creature!




P.S.
Qualche tempo fà, dopo aver ascoltato il parere dei fratelli su quanto avevo scritto inizialmente in questo messaggio, ho modificato un pò la proposta in esso contenuta.
Poichè i fratelli mi hanno giustamente detto che questo può rendere meno comprensibili le risposte degli altri partecipanti alla discussione, date prima della modifica, ho pensato di esporre qui di seguito il pensiero iniziale.
Nelle ultime due righe avevo sostanzialmente proposto un periodo in cui, sospese tutte le attività (tranne, sottointeso, quelle necessarie), ci saremmo dovuti dedicare intensamente soltanto alla preghiera, per poi partire, accesi dal fuoco dello Spirito Santo, per una nuova vigorosa attività di evangelizzazione.
Penso ancora che sarebbe una scelta importante e coraggiosa, però capisco anche le obiezioni dei fratelli.
Signore illuminaci!


Ultima modifica di Giovanni Francesco il Lun Dic 01, 2008 3:18 am, modificato 3 volte

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vai Francesco, ripara la mia Chiesa.

Messaggio  Angelo il Ven Set 19, 2008 2:58 am

Nella regola OFS leggo: "....conformino il loro modo di pensare e di agire a quello di Cristo..."; " Ispirati da san Francesco e con lui chiamati a ricostruire la Chiesa..." e "Sepolti e resuscitati con Cristo....si facciano testimoni e strumenti della sua missione tra gli uomini, annunciando Cristo con la vita e con la parola."

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Possedere solo Gesù

Messaggio  Angelo il Ven Set 19, 2008 3:23 am

Per evangelizzare bisogna prima conoscere Gesù. Signore fatti conoscere sempre di più!

Non perdiamo tempo con le cose del mondo. Amiamo madonna povertà e saremo liberi da tutte quelle cose inutili che ci schiavizzano.
Nella nostra regola è scritto che siamo chiamati a desiderare per noi una vita povera ed umile, a "..purificare il cuore da ogni tendenza e cupidigia di possesso e di dominio, quali pellegrini e forestieri in cammino verso la casa del Padre."

Come c'insegna Francesco, ciò che unicamente dobbiamo desiderare è di possedere Gesù, solo Gesù.

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuova evangelizzazione

Messaggio  francescoleone il Lun Set 22, 2008 1:03 pm

Fratello carissim0o ti ringrazio per le belle parole . Devo dire che mi trovo d'accordo sulla forza della preghiera ma non posso condividere il resto, il lavoro, le attività all'interno della Chiesa sono fondamentali per la nuova Evangelizzazione ;esempio per tutti e crescita individuale per ognuno.

francescoleone

Numero di messaggi : 188
Data d'iscrizione : 25.06.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Lasciamo parlare lo Spirito

Messaggio  Angelo il Lun Set 22, 2008 11:15 pm

Fiat Voluntas Dei. A noi tocca solo intensificare la preghiera.
Un forte abbraccio fratello caro.

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuova evangelizzazione

Messaggio  Fabio il Mer Set 24, 2008 1:09 pm

Ma se noi ci dedichiamo solo alla preghiera, chi saranno le braccia e le gambe del Signore? confused
Io penso che non bisogna dedicarsi alle opere senza essere supportati dalla spiritualità, ma non ci può dedicare alla spiritualità senza mettere in pratica le opere!
E' necessario un giusto equilibrio, tenendo in considerazione la personalità e le inclinazioni di ognuno di noi. Very Happy

_________________

Fabio

Numero di messaggi : 610
Data d'iscrizione : 12.04.08
Età : 34
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente http://www.sanfrancescotrapani.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuova evangelizzazione

Messaggio  francescoleone il Mer Set 24, 2008 2:13 pm

Praticamente una non esclude l'altra.................................preghiamo e lavoriamo per la Gloria del Signore!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Bu0on anno sociale a tutti (veramente per noi non è mai finito) Pace e bene

francescoleone

Numero di messaggi : 188
Data d'iscrizione : 25.06.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Dite bene, anzi benissimo

Messaggio  Angelo il Mer Set 24, 2008 5:51 pm

Dolcissimi fratelli, dite bene: la preghiera e le opere.
Però ormai da qualche tempo la Chiesa che prega, la Chiesa che è in ascolto dello Spirito, si è resa conto dell'urgenza di una nuova evangelizzazione e della necessità di un rinnovamento che solo lo Spirito può suscitare.
Prima di andare per il mondo ad annunziare, è necessario stare un pò di tempo nel silenzio e nell'ascolto profondo. Se leggiamo i vangeli e le vite dei santi ci renderemo conto che c'è un tempo di preparazione prima della missione.
Avete ragione quando dite che ci sono carismi diversi. Gesù aveva molti discepoli ma inizialmente ne scelse solo alcuni per evangelizzare.
Il mio invito è quindi particolarmente rivolto a coloro che sentono questa chiamata.
Il mandato è stato dato comunque a tutta la Chiesa e ognuno di noi deve essere sensibilizzato su questa necessità attuale. Tutti possiamo dare il nostro piccolo contributo.
Vi abbraccio con tutto l'amore che il Signore mi mette in cuore per voi.
Il Signore ci mantenga sempre piccoli e semplici.


Ultima modifica di Giovanni Francesco il Gio Set 25, 2008 3:40 am, modificato 1 volta

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

A Pergusa....

Messaggio  Angelo il Gio Set 25, 2008 3:30 am

Sempre in riferimento alla nuova evangelizzazione, un esempio concreto di come si potrebbe attuare quanto scritto sopra, ci è offerto dalle riflessioni fatte dal "gruppo di approfondimento sul catechismo dei fanciulli", durante l'incontro per la pastorale giovanile vocazionale del MGF, svoltosi a Pergusa qualche giorno fa,.
Avrei voluto farvene il resoconto dettagliato e commentato ma mi sono reso conto che sarebbe venuto troppo lungo e che comunque è preferibile parlarne di presenza.
In sintesi estrema: si è condiviso il pensiero che è fondamentale evangelizzare i genitori dei bambini.

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Modifiche

Messaggio  Angelo il Gio Set 25, 2008 3:54 am

Ho modificato in qualche punto i testi scritti sopra, per correggere errori di forma e per chiarire meglio ciò che volevo dire.

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Papa Paolo VI

Messaggio  Angelo il Sab Set 27, 2008 12:16 am

Nel 1975 il Papa nell' esortazione apostolica "Evangelizzazione nel mondo contemporaneo" scriveva: "E' con gioia e conforto che noi abbiamo inteso, al termine della grande Assemblea dell'ottobre 1974, queste parole luminose: << Vogliamo nuovamente confermare che il mandato d'evangelizzare tutti gli uomini costituisce la missione essenziale della Chiesa>>, compito e missione che i vasti e profondi mutamenti della società attuale non rendono meno urgenti. Evangelizzare, infatti, è la grazia e la vocazione propria della Chiesa, la sua identità più profonda. Essa esiste per evangelizzare....>>

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

L'esortazione apostolica "Evangelizzazione nel mondo contemporaneo"

Messaggio  Angelo il Sab Set 27, 2008 12:25 am

L'esortazione apostolica "Evangelizzazione nel mondo contemporaneo" è preziosa. Leggiamola attentamente.

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Francesco e i suoi volevano essere evangelizzatori.

Messaggio  Angelo il Mar Ott 14, 2008 6:57 pm

"Fin nel vivo dei nostri giorni è vitalmente attiva la forza spirituale di quel movimento evangelico che nel Duecento esplose con Francesco d’Assisi e Domenico di Guzman. Quanto a Francesco, è del tutto evidente che egli non intendeva fondare un nuovo ordine, una comunità separata. Voleva semplicemente richiamare la Chiesa al Vangelo intero, raccogliere il "popolo nuovo", rinnovare la Chiesa in base al Vangelo. I due significati dell’espressione "vita evangelica" s’intrecciano inseparabilmente: chi vive il Vangelo nella povertà della rinuncia all’avere e alla discendenza, deve per ciò stesso annunciare il Vangelo. A quei tempi vi era penuria e bisogno di Vangelo, e Francesco considera compito essenziale suo e dei suoi fratelli annunciare agli uomini il nudo nucleo del messaggio di Cristo. Egli e i suoi volevano essere evangelisti. E di qui risulta poi automaticamente l’esigenza di valicare i confini della cristianità, di portare il Vangelo sino ai confini della terra."

Intervento del Cardinal Joseph Ratzinger in apertura del Convegno mondiale: "I Movimenti ecclesiali, speranza per la Chiesa e per gli uomini"
27 maggio 1998

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuova evangelizzazione

Messaggio  Fabio il Mer Ott 15, 2008 9:56 am

Giovanni Francesco ha scritto:Chi vive il Vangelo nella povertà della rinuncia all’avere e alla discendenza, deve per ciò stesso annunciare il Vangelo.

Ecco il punto centrale dell'evangelizzazione che collega tutti i grandi evangelizzatori, a partire da Gesù passando per San Francesco: la Testimonianza della Vita.
Prima ancora della preghiera, prima della predicazione, prima addirittura della volontà e dell'intenzione stessa di evangelizzare, veniamo noi stessi.
Il nostro esempio di cristiani, le nostre opere, il nostro modo di vivere, il nostro approccio con gli altri dentro e fuori l'ambiente parrocchiale, la nostra capacità di confrontarci con la realtà di cui facciamo parte, i nostri rapporti con il diverso, il nostro lavoro, la nostra coerenza di vita, hanno un'importanza primaria nella volontà stessa dell'evangelizzazione.

Lo stesso Paolo VI nell'Esortazione Apostolica "Evangelizzazione nel mondo contemporaneo", afferma con precisione:

"E' bene sottolineare questo: per la Chiesa, la testimonianza di una vita autenticamente cristiana, abbandonata in Dio in una comunione che nulla deve interrompere, ma ugualmente donata al prossimo con uno zelo senza limiti, è il primo mezzo di evangelizzazione.
<<L'uomo contemporaneo ascolta più volentieri i testimoni che i maestri - dicevamo lo scorso anno a un gruppo di laici - o se ascolta i maestri lo fa perchè sono testimoni>>.
San Pietro esprimeva bene ciò quando descriveva lo spettacolo di una vita casta e rispettosa che <<conquista senza bisogno di parole quelli che si rifiutano di credere alla Parola>>.
E' dunque mediante la sua condotta, mediante la sua vita, che la Chiesa evangelizzerà innanzi tutto il mondo, vale a dire mediante la sua testimonianza vissuta di fedeltà al Signore Gesù."

_________________

Fabio

Numero di messaggi : 610
Data d'iscrizione : 12.04.08
Età : 34
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente http://www.sanfrancescotrapani.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuova evangelizzazione

Messaggio  Angelo il Mer Ott 15, 2008 5:01 pm

Sottoscrivo quasi in pieno.
Solo direi che la testimonianza di vita non è prima della preghiera, ma che, al contrario, c'è bisogno di pregare tanto, di stare molto in ascolto, in relazione con Gesù, per convertirsi e divenire testimoni.

Come si fa a vivere evangelicamente?
Dove si trova la luce? Dove le forze per impegnarsi nella "penitenza", nella conversione?
Nel rapporto con Gesù e quindi nell'Eucaristia, nella preghiera.
Gesù prima di predicare passava la notte in preghiera, parlava col Padre, stava a lungo in ascolto...
Poi andava per le strade ad incontrare l'uomo per Amarlo, e quindi liberarlo e guarirlo con la Parola.

Credo che sarebbe importante l'intervento di un sacerdote per darci un insegnamento al riguardo.
Vorrei essere rassicurato e corretto lì dove magari sbaglio.

Grazie.

Ora impegniamoci per provare a mettere in pratica quanto abbiamo capito.


Ultima modifica di Giovanni Francesco il Mer Ott 15, 2008 6:00 pm, modificato 3 volte

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

nuova evangelizzazione

Messaggio  eustochia il Gio Ott 16, 2008 10:36 am

dolcissimi fratellini ,sono meravigliosi e bellissimi questi vostri interrogativi ,nel vostro cuore c'e' la voglia di capire che strada percorrere. NON C'E' SCELTA SENZA MEDITAZIONE ,E NON C'E' MEDITAZIONE SENZA PREGHIERA.FRANCESCO AVEVA RESO LA SUA VITA UNA CONTINUA LODE ALL'ALTISSIMO,CON TUTTO QUELLO CHE AVEVA ,esorta noi a fare lo stesso MA OGNUNO A PROPRIO MODO ,OGNUNO NELLA NOSTRA DIVERSITA'. I love you I love you I love you I love you I love you

eustochia

Numero di messaggi : 127
Data d'iscrizione : 22.04.08
Età : 42
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente http://www.sanfrancescotrapani.org

Tornare in alto Andare in basso

testimonianza-evangelizzazione

Messaggio  fra_saverio il Ven Ott 17, 2008 10:59 am

Visto che è stato tirato in ballo un sacerdote, mi sono permesso di registrarmi nel vostro forum e di dire così la mia.

Vorrei sottolineare che testimonianza ed evangelizzazione sono due cose diverse, anche se interconnesse tra loro.
La testimonianza fa riferimento al nostro stile di vita cristiano. Come dice S. Paolo, per il battesimo ci siamo rivestiti di Cristo, pertanto non sono più io che vivo ma Cristo vive in me. La mia esistenza è trasformata in Cristo e pertanto tutto ciò che faccio è espressione della mia fede in lui e a lui fa riferimento. Diceva Charles De Foucault che noi siamo chiamati ad essere ostensorio di Cristo: la nostra vita deve manifestare, rendere visibile Cristo. Francesco d'Assisi ha talmente preso sul serio questo imperativo che, per la sua conformazione a Cristo, fu definito "Alter Christus". Questa è la testimonianza cristiana.

L'evangelizzazione è invece un atto deliberato del cristiano che si impegna a portare Cristo agli uomini. Risponde ad un preciso mandato: andate e annunciate, fate mie discepole tutte le nazioni...
La differenza è sottile rispetto alla testimonianza, ma c'è. Nella testimonianza, infatti, Cristo parla attraverso i miei gesti quotidiani, ordinari, con chiunque, anche con i cristiani/testimoni come me. Nell'evangelizzazione metto invece in atto metodiche per parlare esplicitamente, verbalmente e con atti concreti, di Cristo a chi Cristo non lo conosce o lo ha dimenticato o lo ha abbandonato del tutto. Il fine è la conversione, l'incontro fondamentale con Cristo che ridona vita.

E' vero che uno si può convertire o incontrare Cristo attraverso la testimonianza del cristiano, ma non è un atto deliberato da parte del testimone. Per capirci meglio: nei primi secoli della Chiesa molti non-credenti venivano alla fede grazie alla testimonianza (martirio) dei cristiani o, come ci ricorda Luca negli Atti degli apostoli, perché erano ammirati dallo stile di vita dei cristiani: assidui nella preghiera, nell'ascolto della Parola, nella frazione del pane, nella carità fraterna e verso tutti. Non lo facevano per evangelizzare, ma la loro testimonianza evangelizzava comunque. Tra loro, però, c'erano gli apostoli che, pur essendo "testimoni" per eccellenza, si dedicavano con metodo (con la parola e i gesti) ad andare di città in città a portare l'annuncio del Vangelo perché le genti si convertissero a Cristo. Andavano, di proposito, nelle sinagoghe e nelle piazze non tanto a fare i buoni cristiani, ma perché volevano annunciare Cristo, avevano cioè uno scopo preciso.

Per farla, quindi, semplice: la testimonianza manifesta la condizione del cristiano, non è e non può essere un atto deliberato, e non ha uno scopo. Se sei cristiano si vede. Se non lo sei non si vede.
L'evangelizzazione è un atto deliberato, messo in atto con uno scopo ben preciso. Non te lo puoi dare da solo, ma è una risposta ad un preciso mandato che viene da Cristo e dalla sua Chiesa. Non è, perciò, un atto personale, ma ecclesiale: da essa sei mandato, con essa evangelizzi, per essa tu operi: perché siano una cosa sola...

Infine: pur essendo diverse, testimonianza ed evangelizzazione sono interconnesse, nel senso che nell'evangelizzazione io offro la testimonianza, questa volta come atto deliberato, di quello che Gesù ha compiuto nella mia vita, di come mi ha trasformato la mente e il cuore, di come è possibile vivere una vita in Cristo e nella Chiesa.

PACE E BENE

fra_saverio

Numero di messaggi : 20
Data d'iscrizione : 17.10.08
Età : 47

Vedere il profilo dell'utente http://www.mgfsicilia.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuova evangelizzazione

Messaggio  Fabio il Ven Ott 17, 2008 11:15 am

Chiarissimo il concetto.
Sono contento che ti sei registrato, ma adesso aspettati una raffica di domande! lol!
Ho un dubbio: nel caso in cui io voglia deliberatamente far conoscere Cristo attraverso le mie opere, e quindi la mia testimonianza, si potrebbe parlare di evangelizzazione o sarebbe sempre testimonianza perchè manca il carattere del mandato ecclesiale ?

_________________

Fabio

Numero di messaggi : 610
Data d'iscrizione : 12.04.08
Età : 34
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente http://www.sanfrancescotrapani.org

Tornare in alto Andare in basso

testiminianza-evangelizzazione

Messaggio  fra_saverio il Ven Ott 17, 2008 12:01 pm

Ripeto: la testimonianza cristiana è l'essere quello che si è, vivere da cristiani perché si è cristiani.
La parola testimonianza, traduce in italiano (e prima ancora in latino) la parola greca martirya (martirio). I martiri erano tali (cioè testimoni di Cristo) non perché con la loro morte volevano evangelizzare, ma perché la loro morte, vissuta in unione alla passione di Cristo, rivelava la loro appartenenza a Cristo.
Quindi un cristiano o è testimone di Cristo o non è un vero cristiano. O lo testimoni o ti stai camuffando, vergognando, mascherando...
La testimonianza è di tutti i cristiani: dire cristiano o dire testimone di Cristo è la stessa cosa, perché essere cristiani significa essere trasformati da Cristo e, perciò, o lo sei o non lo sei.
Se poi il cristiano si dedica anche all'evangelizzazione, questo è un'altra cosa.
Quando dicevo che l'evangelizzazione risponde ad un mandato di Cristo e della Chiesa, volevo dire che l'evangelizzazione è una vocazione e una missione (un andare volontariamente, perché mandati, verso un punto per fare qualcosa).
Ma questo non esclude che questa chiamata e missione ad evangelizzare non ci venga dalle circostanze, più che da una chiamata, una formazione e un mandato esplicito: Filippo, uno dei primi diaconi della Chiesa, non era stato chiamato ad evangelizzare nè tanto meno aveva ricevuto tale missione dalla Chiesa. Il suo era un mandato per la Carità ecclesiale. Eppure, ci raccontano gli Atti degli Apostoli, di fronte all'eunuco che percorre con lui la stessa strada, avverte la chiamata all'evangelizzazione, spiegando la Parola di vita, annunciando Cristo salvatore e perfino amministrando il battesimo.
Perciò e valido per chiunque l'ammonizione di Pietro (1Pt 3,15): siate sempre pronti a rispondere a chiunque vi domandi ragione della speranza che è in voi.

Ma da qui ad alzarsi al mattino e mettersi a fare l'evangelizzatore, ne passa. Il tuo desiderio va comunque sottoposto a discernimento e va realizzato in comunione con la Chiesa. E questo perché l'evangelizzazione porta gli uomini ad unirsi a Cristo, a diventare membra vive del suo corpo che è, appunto, la Chiesa. Altrimenti non siamo più dinanzi all'evangelizzazione, ma al proselitismo, a fare miei discepoli, o discepoli del mio gruppo o del mio movimento, sia pure ecclesiale. La fede, che l'evangelizzatore dona, non gli appartiene, ma è un dono della Chiesa. Nel rito del battesimo la cosa è molto chiara: la prima cosa che il sacerdote chiede ai genitori è: cosa chiedete alla Chiesa per il vostro bambino? Ed essi possono rispondere egualmente "il dono del battesimo" oppure "il dono della fede". Sia il battesimo che apporta la fede, sia la fede in sè stessa, sono dono della Chiesa.

Impariamo da Francesco: prima di mettersi ad evangelizzare chiede l'approvazione del Papa. Prima di predicare in una città chiede l'approvazione del Vescovo. Prima di predicare in una chiesa, chiede il permesso del sacerdote... anche se questi sono i più peccatori di questo mondo.
E per i suoi frati missionari-evangelizzatori, scrive nella regola che il loro desiderio deve essere sottoposto al discernimento del Ministro Provinciale che solo può darne il permesso.

Comunque, non creiamoci troppi problemi: se il Signore ti pone accanto oggi una persona che ha bisogno di Cristo, donaglielo con tutto il cuore.
Se oggi, però, ti va di andare per strada o in piazza o in una scuola a portare l'annuncio di Cristo, pensaci un attimo e parlane almeno con il tuo direttore spirituale.

PACE E BENE

(P.S.: non potrò rispondere ad eventuali altre domande per i prossimi giorni perché mi sto recando a Palermo. Abbiate pazienza).

fra_saverio

Numero di messaggi : 20
Data d'iscrizione : 17.10.08
Età : 47

Vedere il profilo dell'utente http://www.mgfsicilia.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuova evangelizzazione

Messaggio  Fabio il Ven Ott 17, 2008 2:45 pm

Mi sono spiegato male prima, il mio era solo un'esempio. Lungi da me svegliarmi la mattina e mettermi a girare per strada ad evangelizzare tutti quelli che mi capitano a tiro senza un metodo di approccio ben preciso. Very Happy
Lo stesso Paolo VI è chiarissimo su questo punto nella sua esortazione apostolica ( che ormai molti odieranno per quante volte è stata presa come punto di riferimento, però vi assicuro che è bellissima e vale proprio la pena leggerla. Questo è l'indirizzo se volete darle un'occhiata http://www.vatican.va/holy_father/paul_vi/apost_exhortations/documents/hf_p-vi_exh_19751208_evangelii-nuntiandi_it.html Wink ) usa queste parole:

"Nessun evangelizzatore è padrone assoluto della propria azione evangelizzatrice, con potere discrezionale di svolgerla secondo criteri e prospettive individualistiche, ma deve farlo in comunione con la Chiesa e con i suoi Pastori."

Il mio dubbio era un'altro: è possibile un'azione evangelizzatrice solo con i gesti o solo con le parole, o sono necessarie ed indispensabili la presenza di entrambi?
(Aspetto con ansia che torni da Palermo per chiarire i nostri dubbi Very Happy )

_________________

Fabio

Numero di messaggi : 610
Data d'iscrizione : 12.04.08
Età : 34
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente http://www.sanfrancescotrapani.org

Tornare in alto Andare in basso

Grazie!

Messaggio  Angelo il Ven Ott 17, 2008 4:14 pm

Che meraviglia!!
Avevamo bisogno di un sacerdote e subito la Provvidenza ha provveduto!
Grazie Gesù per averci mandato Saverio e grazie Saverio per essere venuto ed essere stato così chiaro ed esauriente.
Grazie poi alla dolcissima sorella Eustochia che ci esorta alla preghiera e alla meditazione e ci sostiene col suo amore, che è Amore di Gesù.

Angelo

Numero di messaggi : 169
Data d'iscrizione : 17.06.08
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Gesti e Parole

Messaggio  fra_saverio il Lun Ott 20, 2008 11:29 am

La costituzione dogmatica Dei Verbum, a proposito della Rivelazione, così dice al N.2:

Questa economia della Rivelazione comprende gesti e parole (in latino: gestis verbisque) intimamente connessi, in modo che le opere, compiute da Dio nella storia della salvezza, manifestano e rafforzano la dottrina e le realtà significate dalle parole, mentre le parole proclamano le opere e illustrano il mistero in esse contenuto.

Pertanto, sicuramente, gesti e parole (la Parola!) sono intimamente connessi nel processo dell'evangelizzazione, mentre nella testimonianza di vita, ripeto, che non ha una finalità propria, ma è espressione di quello che siamo, le parole non sono necessarie.
Ma lo possono essere, e lo sono di fatto, nel caso che si esprimano delle opinioni (richieste o meno) su degli argomenti riguardanti la fede, la vita, la società, ecc. Che testimonianza daremmo, infatti, se nel nostro interloquire quotidiano, esprimiamo delle opinioni in contrasto con la dottrina ecclesiale, oppure il nostro linguaggio si mostrasse arricchito di turpiloquio o "intercalare" poco evangelico, giudizi temerari, pettegolezzi, ecc.?

fra_saverio

Numero di messaggi : 20
Data d'iscrizione : 17.10.08
Età : 47

Vedere il profilo dell'utente http://www.mgfsicilia.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuova evangelizzazione

Messaggio  Fabio il Lun Ott 20, 2008 1:36 pm

Grazie Fra Saverio, sei stato chiarissimo! Very Happy

_________________

Fabio

Numero di messaggi : 610
Data d'iscrizione : 12.04.08
Età : 34
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente http://www.sanfrancescotrapani.org

Tornare in alto Andare in basso

Re: Nuova evangelizzazione

Messaggio  Contenuto sponsorizzato Oggi a 10:58 am


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum