Emergenza myanmar: Appello Caritas

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Emergenza myanmar: Appello Caritas

Messaggio  Fabio il Mar Mag 13, 2008 1:28 pm

Myanmar: disastro senza precedenti
La Caritas rinnova l'appello per gli aiuti alla popolazione colpita


Il ciclone Nargis, originatasi nella Baia del Bengala, ha colpito la zona meridionale del Myanmar con una violenza senza precedenti. Continua a crescere il numero dei morti.

Le difficoltà sono enormi: dal punto di vista logistico sono saltate quasi tutte le linee di comunicazione, anche le strade nella zona colpita sono impercorribili e la maggior parte dell’area nel delta dell’Irrawaddy è raggiungibile solo con gli elicotteri. Il bisogno principale è senza dubbio quello alimentare, essendo andate distrutte gran parte delle scorte sia di cibo che di acqua potabile, il che rende, di conseguenza, anche la situazione igienico sanitaria sempre più drammatica. Nell’area colpita, fino all’ex capitale Yangon, è difficilissimo reperire generi di prima necessità e carburanti, quel poco che si trova ha raggiunto prezzi molto alti. Il Myanmar rimane tagliato fuori dal mondo, la maggior parte delle zone colpite non sono state ancora ripulite da grandi alberi caduti e questo condiziona i trasporti e le strutture sanitarie che non hanno attrezzature e medicinali.

La regione del delta del fiume Irrawaddy è stata colpita due volte in modo molto violento: il ciclone prima e poi una conseguente alluvione causata da onde anomale. Il 70% degli alberi di Yangon, la principale città del Myanmar, è stato sradicato e i tetti della maggior parte delle costruzioni sono stati spazzati via.

La Chiesa locale - grazie anche al sostegno di Caritas Italiana - ha formato un comitato per la risposta di emergenza. Il comitato comprende rappresentanti della popolazione colpite, parrocchie referenti locali e donatori. Per valutare la situazione sono state già visitate le diocesi colpite: Yangon, Mawlamyine, Pyay and Pathein.

Caritas Italiana - che aveva già avviato molti progetti nel Paese - rilancia ora l’appello per aiuti d’urgenza, in collegamento anche con la rete internazionale, a vantaggio di 60.000 famiglie nelle diocesi colpite.

Al momento si stima che, solo per i primi giorni, occorrano circa 350 mila euro, per garantire a queste famiglie: distribuzione di cibo e acqua per una settimana; aiuto per la pulizia di 150 pozzi e per la purificazione delle acque; distribuzione di materiale da cucina e candele; distribuzione di materiale per rifugi temporanei; campi sanitari nelle 8 zone più colpite.

Si sta lavorando attraverso le strutture parrocchiali e i rappresentanti delle comunità colpite svolgono un ruolo determinante. È stata anche attivata una squadra che si occupa di logistica per questioni legate al trasporto e al reperimento di beni.

Roma, 09 maggio 2008


Per sostenere gli interventi in corso (causale “EMERGENZA MYANMAR”) si possono inviare offerte a Caritas Italiana tramite C/C POSTALE N. 347013


Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui:

Banca Popolare Etica, via Niccolò Tommaseo 7, Padova - IBAN IT29 U050 1803 2000 0000 0011 113

CartaSi e Diners telefonando a Caritas Italiana tel. 06 66177001 (orario d’ufficio)

CartaSi anche online

_________________

Fabio

Numero di messaggi : 610
Data d'iscrizione : 12.04.08
Età : 34
Località : Trapani

Vedere il profilo dell'utente http://www.sanfrancescotrapani.org

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum